www.viestedoc.it





















Vieste Gargano
Vieste Gargano
www.viestedoc.it
Informazioni Last Minute
Vieste: la città della Tua Vacanza!!!
Vieste Gargano
www.viestedoc.it
Informazioni Last Minute
Case per Vacanza
Bed and Breakfast
Agriturismo
Pensioni
Hotels
Campeggi
Villaggi
Residences
Agenzie
Operatori Economici

Home Page

Vieste: il Castello

Vieste, Pizzomunno, Gargano - Splendida città sul Gargano, con numerosi alberghi, residence, hotel, villaggi, pensioni, agenzie e agriturismo a disposizione del Turismo.
Vieste, Pizzomunno, Gargano - Splendida città sul Gargano, con numerosi alberghi, residence, hotel, villaggi, pensioni, agenzie e agriturismo a disposizione del Turismo.

Imponente struttura militare, situata nella parte estrema del paese fu eretto nel 1240 dall'allora conte di Vieste il normanno Roberto Drengot. Vista la sua strategica posizione, fin dall'inizio fu insignito della dicitura di "regia fortezza", ricoprendo la funzione di difesa del Gargano. Il castello è a pianta triangolare, circondato da bastioni su tutti i lati e cinto da spesse mura che negli anni risultarono inespugnabili. Durante le lotte tra il Papato e Federico II (1240), subì da parte dei Veneziani, enormi danni. Si racconta che lo stesso "Stupor Mundi" accorse a Vieste e si preoccupò immediatamente di riedificarlo, di rinforzare le mura della città e di restaurare anche la Cattedrale. Nel corso dei secoli il castello di Vieste fu oggetto della furia non solo della natura, che nel 1646 lo rase al suolo, ma anche dalla sete di conquista di Acmet Pascià e Draguth Rais che vide il suo culmine nel massacro, mediante decapitazione, di oltre 500 viestani. Altri danni li subì all'alba del 24 maggio 1915, al momento dell'inizio delle ostilità con l'Austria, quando fu cannoneggiato dal cacciatorpediniere Lika. In seguito lo stesso cacciatorpediniere, insieme all'incrociatore Helgoland e i caccia Csepel e Tatra, rivolse i cannoni contro il cacciatorpediniere Turbine, accorso in aiuto di Vieste, affondandolo a poche miglia dalla città. L'unicità del castello di Vieste fu apprezzata dallo stesso imperatore Federico II di Svevia il quale lo volle onorare della sua presenza soggiornandovi in almeno due occasioni.